Antonio De Lisa- Occhio ravvicinato al Museo D’Orsay

L'immagine può contenere: spazio al chiuso

Secondo me il Museo D’Orsay è molto meglio del Louvre, ma forse dipende dai gusti

L'immagine può contenere: Antonio De Lisa, spazio al chiuso

Mi chiedevo da dove venisse la turbolenza cromatica dei cieli di Van Gogh: da qui, dal pointillisme di Signac

Invece Renoir mi sembra la base di Matisse (notate lo sfondo).

L'immagine può contenere: 2 persone

Non cè una sola linea diritta nei quadri di Cezanne: sedia tavolo dei giocatori, la bottiglia, lo stipite della Porta.

L'immagine può contenere: 1 persona

L'immagine può contenere: cibo
L'immagine può contenere: 1 persona

Alberi, linea della costa, ancora alberi

Nessuna descrizione della foto disponibile.
L'immagine può contenere: spazio all'aperto e acqua
L'immagine può contenere: spazio al chiuso

In questo quadro Pissarro elimina la percezione dello sfondo, avvolgendo la figura in una specie di colore-atmosfera.

Gustave Caillebotte ( nuova acquisizione al.Museo D’Orsay) dimostra nella sua semplicità che il bianco e il nero non esistono in pittura. Mescola al bianco rosa e giallo Napoli, al nero viola e blu.

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi

Oserei criticare l’uso della vernice lucidante sui quadri degli impressionisti al D’Orsay. Non ne avrebbero bisogno e coprono le sfumature dei colori.

Quintali di vernice sul quadro di Manet. Ma che senso ha?

L'immagine può contenere: 2 persone

Questo è un quadro di Monet senza vernice. Non è meglio?

L'immagine può contenere: 1 persona

Anche questo è un Monet senza vernice, eppure respira di luce.

L'immagine può contenere: albero e spazio all'aperto

Questo olio di Gauguin sembra quasi una tempera (Les Alyscamps)

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Amo il giallo in tutte le sue sfumature e questo è il posto giusto fra Gauguin (Les Alyscamps, 1888) e Van Gogh (La sala da ballo di Arles, 1888)

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Mi sono sempre chiesto perché Van Gogh abbia accostato quelle due tonalità di Blu alle spalle della figura e non lo capisco neanche adesso, che cos’è, un-ombra, stella ombra di cui si ricorderà Munch? (Van Gogh, Il dottor Paul Gachet, 1890).

Nessuna descrizione della foto disponibile.


Categorie:Z00- [ARCHEOLOGIA PUBBLICA - PUBLIC ARCHAEOLOGY]

Tag:,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

NUOVA STORIA VISUALE - NEW VISUAL HISTORY

CULTURE VISIVE, SIMBOLICHE E MATERIALI - VISUAL, SYMBOLIC AND MATERIAL CULTURES

LINGUE STORIA CIVILTA' / LANGUAGES HISTORY CIVILIZATION

LINGUISTICA STORICA E COMPARATA / HISTORICAL AND COMPARATIVE LINGUISTICS

TEATRO (E NON SOLO) - THEATRE (AND NOT ONLY)

Testi, soggetti e ricerche di Antonio De Lisa - Texts, Subjects and Researches by Antonio De Lisa

TIAMAT

ARTE ARCHEOLOGIA ANTROPOLOGIA // ART ARCHAEOLOGY ANTHROPOLOGY

ORIENTALIA

ARTE E ARCHEOLOGIA / ART AND ARCHEOLOGY

ESTETICA ORGANICA- PER UNA TEORIA DELLE ARTI

ORGANIC AESTHETICS - FOR A THEORY OF THE ARTS

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Da Sonus a Lost Orpheus: Storia, Musiche, Concerti - History, Music, Concerts

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

SONUS LIVE

Sonus Online Music Journal

WordPress.com News

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

ANTONIO DE LISA OFFICIAL SITE

Arte Teatro Musica Poesia - Art Theatre Music Poetry - Art Théâtre Musique Poésie

IN POESIA - IN POETRY - EN POESIE

IN POETRY - PHENOMENOLOGY OF LITERATURE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: