Chalkè- Porta del Gran Palazzo di Costantinopoli

The Chalke was first built in the late fifth century as a monumental entrance to the great palace. It was destroyed by fire in 532 and subsequently rebuilt with a monumental blind dome. In the early tenth century, a small chapel was set on the top of it. This chapel was replaced by a triconch church in the time of Ioannes Tzimiskes (969-976) in which some important relics were kept. Since the centre of the Great Palace shifted to the south of the area (Boukoleon Palace) which was entered usually through the gate under the Kathisma in the hippodrome, the Chalke Gate lost its old function, but continued to exist. In ottoman times, it served as a menagery and was demolished only in 1804.

La Porta della Chalke (greco: Χαλκῆ Πύλη, Khalkê Pùle, “Porta di Bronzo” ) era l’accesso monumentale al Gran Palazzo di Costantinopoli.

Affacciata sull’angolo sud dell’Augustaion, il principale foro della città, la Chalke prendeva il suo nome dai battenti bronzei del portale. Fu fatta costruire dall’architetto Eterio per volere dell’imperatore Anastasio I, che intendeva così celebrare la sua vittoria nella Guerra isaurica (492 – 497).

La porta fu danneggiata gravemente da un incendio durante la rivolta di Nika (532) e quindi restaurata da Giustiniano I che decorò con immagini rappresentanti i trionfi di Belisario su Vandali e Goti.

Sul portale campeggiava una figura del Cristo particolarmente venerata dalla popolazione. Nel 726 l’imperatore Leone III Isaurico ne ordinò la distruzione, quale simbolo della sua nuova politica iconoclasta, ma venne fermato dalla popolazione.

Agli inizi del X secolo nella parte superiore venne realizzata una cappella, poi sostituita da una chiesa triconca al tempo di Giovanni I Zimisce, per conservarvi alcune importanti reliquie.

Quando il centro principale del complesso palatino si trasferì nel settore meridionale, presso il palazzo del Bucoleon, la Chalke perse la sua funzione di principale accesso ai palazzi imperiali in favore della porta situata al disotto del Kathisma, la loggia imperiale affacciata sull’ippodromo.

Durante l’Impero ottomano servì come parte del serraglio, venendo demolita nel 1804.



Categorie:H04- Arte e Architettura bizantina - Byzantine Art and Architecture

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

NUOVA STORIA VISUALE - NEW VISUAL HISTORY

CULTURE VISIVE, SIMBOLICHE E MATERIALI - VISUAL, SYMBOLIC AND MATERIAL CULTURES

LINGUE STORIA CIVILTA' / LANGUAGES HISTORY CIVILIZATION

LINGUISTICA STORICA E COMPARATA / HISTORICAL AND COMPARATIVE LINGUISTICS

TEATRO (E NON SOLO) - THEATRE (AND NOT ONLY)

Testi, soggetti e ricerche di Antonio De Lisa - Texts, Subjects and Researches by Antonio De Lisa

TIAMAT

ARTE ARCHEOLOGIA ANTROPOLOGIA // ART ARCHAEOLOGY ANTHROPOLOGY

FILOSOFIA COMPARATA- ORIENTE/OCCIDENTE

Comparative Philosophy – East / West

ORIENTALIA

ARTE E ARCHEOLOGIA / ART AND ARCHEOLOGY

ARTE ORGANICA - ORGANIC ART

UNA TEORIA DELLA PITTURA - A THEORY OF PAINTING

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Da Sonus a Lost Orpheus: Storia, Musiche, Concerti - History, Music, Concerts

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

SONUS LIVE

Sonus Online Music Journal

WordPress.com News

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

ANTONIO DE LISA OFFICIAL SITE

Arte Teatro Musica Poesia - Art Theatre Music Poetry - Art Théâtre Musique Poésie

IN POESIA - IN POETRY - EN POESIE

IN POETRY - PHENOMENOLOGY OF LITERATURE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: